Finanza in Repubblica di San Marino

Dal 1990 dopo un breve tirocinio presso società finanziarie italiane Guglielmo Rinaldini si trasferisce nella Repubblica di San Marino dove inizia una attività finanziaria di supporto a clientela internazionale con specifico riferimento agli italiani. In breve grazie alle convenzioni con banche locali, fra le quali la Cassa di Risparmio della Repubblica di San Marino e altre, fa finanziare clientela variegata da note S.p.a. di costruzioni di Milano, Sassari, Roma, Frosinone (qui salva un intero Consorzio che era stato sfinito dai prezzi politici del dopo Mani Pulite che come noto avvantaggiarono solo Coop e Mafia). Nello stesso tempo entra in amicizia con l'allora Ministro delle Finanze (e prima ancora dell'Industria) On. Fiorenzo Stolfi che appare intenzionato a cambiare e modernizzare i due comparti. Naturalmente le invidie e i giochi politici mostreranno ribaltoni prontamente registrati dallo stesso Guglielmo Rinaldini e trasferiti a livello di informazioni al Ministro Stolfi che le citerà nei comizi. Ma si raggiunge un punto di non ritorno quando alla semplice richiesta del Rinaldini del cellulare del Ministro Stolfi, dopo aver digitato un codice, il Rinaldini lo informa che lo stesso è intercettato dalla Guardia di Finanza italiana in violazione del Diritto Internazionale, del suo ruolo di Ministro e per di più di uno Stato estero e di leggi interne e causa probabile di un incidente diplomatico. Invidia e ceto parassitario non si fermano davanti a nulla e in breve sia il Rinaldini che la dirigente di Dogana della Cassa di Risparmio di San Marino Maria Grazia Angeli vengono fatti oggetto di attacchi di ogni genere (a quest'ultima il ceto parassitario cattocomunista italosammarinese legato ai servizi deviati italiani dedica prime pagine sui giornali con titoli del tipo: "Fidi facili"). L'attivismo di Guglielmo Rinaldini sconfina in altre banche locali arrivando a determinare una operazione intorno al miliardo delle vecchie lire presso la Banca del Titano. L'allora direttore Adriano Pace ebbe a dire: "Rinaldini Lei non ha alcun conto presso di noi. Lei sta facendo un grande lavoro e mi sono permesso di riservarLe il conto numero dieci, Lei Rinaldini è un centrocampista."

Guglielmo Rinaldini e l'allora Ministro delle Finanze della Repubblica di San Marino On. Fiorenzo Stolfi

Fiorenzo Stolfi e Ban Ki-Moon all'ONU

L'allora Ministro delle Finanze della Repubblica di San Marino On. Fiorenzo Stolfi con l'allora Ministro della Difesa degli Stati Uniti d'America HW Condoleeza Rice